Sabato, 05 Marzo 2016 00:00

Abbinamento dei Formaggi con il Vino

Written by 
Rate this item
(1 Vote)

Abbinamento dei Formaggi con il Vino

 

Abbinamento dei Formaggi con il Vino

Delicatamente dolce e aromatico, bianco e impenetrabile alla luce, il latte è la materia prima per la produzione di un'ampia varietà di formaggi, dai profumi e dai sapori appena accennati o di grande carattere. Secondo la legga italiana, il Formaggio è il prodotto che si ricava dal latte intero, parzialmente o totalmente scremato, o dalla crema di latte, in seguito a coagulazione acida o enzimatica, anche facendo uso di fermenti e di sale da cucina.

Grassezza, Succulenza, Tendenza Acida e Tendenza Dolce, quest'ultima a volte mascherata dalla grande Sapidità, Tendenza Amarognola, Aromaticità, Intensità e Persistenza, tutte le sensazioni gusto-olfattive si possono esprimere su elevati livelli di percettibilità. E il vino in abbinamento si deve adattare a queste esigenze. 

In genere, il formaggio va servito dopo il secondo piatto con lo stesso vino della portata della pietanza o, se proprio si vuole cambiare, con un vino ancora più importante.

Tuttavia, Formaggi a pasta molle e con delicati aromi di latte, a volte un pò di Tendenza Acida, come Fior di latte , Crescenza, Quartirolo lombardo o Primo sale, Robiole morbide, Tomini e Squacquerone, si possono abbinare con Vini Bianchi Freschi, delicatamente Morbidi e Sapidi, anche Vivacizzati da qualche bollicina di Vini come un Erice Chardonnay (Sicilia), un Arcole Pinot Bianco (Veneto), un Roero Arneis (Piemonte), un Locorotondo (Puglia) o un Ischia Bianco (Campania), che si abbinano bene anche alla Mozzarella di bufala campana, gustata al naturale o in Insalata caprese con pomodori e basilico.

I Formaggi Caprini, morbidi e poco stagionati, possono essere arricchiti da un passaggio sott'olio con erbe aromatiche, sono da abbinare a Vini Morbidi e profumati come un Verdicchio di Matelica (Marche) o un Offida Pecorino (Marche).

Formaggi a crosta fiorita, come Camembert e Brie, stagionati fino a due mesi, possono essere abbinati a Vini Rossi di discreta Struttura e media Evoluzione, come un Sangiovese di Romagna (Emilia Romagna).

Formaggi a crosta lavata, come il Taleggio, alcune Robiole e Tome, cremosi e morbidi, richiedono una grande morbidezza nel vino, ma anche Sapidità e Freschezza, per equilibrare la Grassezza e la Tendenza Dolce dei formaggi. Trovano ideale abbinamento Vini come il Colli Orientali del Friuli Picolit (Friuli Venezia Giulia) o Gewürztraminer Alto Adige Vendemmia Tardiva (Trentino Alto Adige). Ma si possono proporre anche Vini Rossi piuttosto Strutturati e dotati di buona Persistenza Aromatica Intensa, come un Dolcetto di Dogliani (Piemonte) o un Rosso Piceno Superiore (Marche).

Formaggi a media maturazione e, in genere, a pasta semidura, come Caciocavallo e Provolone, Fontina e vari Pecorini, come il Sardo, il Toscano e l'Umbro, Emmental e Asiago, possono essere proposti con Vini Bianchi Morbidi e un ottimo spessore Gusto-Olfattivo, come una Vernaccia di San Gimignano (Toscana) o un Collio Goriziano Sauvignon (Friuli Venezia Giulia), Vini Bianchi che possono essere abbinati a Scamorza e Provolone affumicati.

I Formaggi a media stagionatura trovano abbinamenti con Vini Rossi  di discreta evoluzione, sempre Morbidi e Caldi, con Tannino levigato e mai aggressivo, come un Vino Oltrepò Pavese Pinot Nero (Lombardia) o un Lison Pramaggione Merlot (Veneto).

Grandi soddisfazioni e abbinamenti intriganti si ottengono con i Formaggi Stagionati. Una maturazione di alcuni mesi regala al formaggio aromi più intensi, maggiore Sapidità e Aromaticità e una Persistenza Gusto-Olfattiva più importante, che richiedono doti di grande Struttura anche nel vino. Per cui, formaggi come Fontina, Bra, Raschera, Toma piemontese, Bitto, Monte veronese, Formaggio di Fossa, Pecorino romano e toscano, Canestrato pugliese, e Fiore sardo, Grana Padano, e Trentingrana, trovano l'abbinamento ideale con un Vino Oltrepò Pavese Metodo Classico (Lombardia) o di un Franciacorta Brut (Lombardia), oppure la personalità di un Vino Rosso come un Brunello di Montalcino (Toscana), un Barolo (Piemonte) o un Amarone della Valpolicella (Veneto)

Altri vini che possono trovare un buon abbinamento con Formaggi di grande struttura citati sono il Valle d'Aosta Petit Rouge (Valle d'Aosta), Barbera d'Alba (Piemonte), Dolcetto d'Alba (Piemonte), Valtellina Superiore (Lombardia), Alto Adige Cabernet Sauvignon (Trentino Alto Adige), Alto Adige Lagrein (Trentino Alto Adige), Colli di Conegliano Rosso (Veneto), Sangiovese di Romagna (Emilia Romagna) e Sfursat della Valtellina (Lombardia).  

I Formaggi Erborinati con forte Aromaticità e Sapidità, Tendenza Amarognola e lunghissima Persistenza Gusto-Olfattiva, come il Gorgonzola, Roquefort e Stilton, richiedono Vini Rossi di grande Struttura e Complessità come un Barolo (Piemonte), Barbaresco (Piemonte), Amarone della Valpolicella (Veneto) e Brunello di Montalcino (Toscana), che possono ben smorzare la decisa Tendenza Amarognola. Ma se la sensazione di Tendenza Amarognola fosse più accentuata, occorre fare ricorso a Vini di particolare Morbidezza come un Vin Santo del Chianti (Toscana), un Cinque Terre Schiacchetrà (Liguria), un Passito di Pantelleria (Sicilia), anche liquoroso.

Alcuni formaggi entrano in gioco da protagonisti assoluti in molti piatti. Un gustoso Soufflè al formaggio trova ideale abbinamento con un Soave Classico (Veneto), che va bene anche con la Mozzarella in carrozza o con i Crostini al formaggio e funghi.

Bignè al formaggio con buona sensazione di Tendenza Dolce richiede un Vino Bianco di buona Morbidezza e Sapidità, Fresco e discretamente Persistente come un Alto Adige Sauvignon (Trentino Alto Adige). Un Risotto ai 4 formaggi, Sapido e Aromatico, con Tendenza Dolce e spiccata Grassezza, richiede un Vino Bianco Morbido, Abbastanza Fresco e Sapido, come un Langhe Bianco (Piemonte) oppure un Trentino Pinot Grigio (Trenino Alto Adige), che si abbinano perfettamente anche con un piatto di mazzetti di Asparagi su fonduta di provolone.

Dalla gastronomia valtellinese, si distinguono i sapori che il formaggio Bitto offre a Sciàtt e pizzoccheri, che ben si abbinano al Vino Valtellina Superiore (Lombardia). In Sardegna è la Suppa quatta, a base di pane, verdure, e brodo di carne, influenzata nel gusto dall'abbondante Pecorino sardo, che trova in un Sardegna Semidano Superiore (Sardegna) l'abbinamento ideale.

La Fonduta valdostana, a base di formaggio Fontina, cremosa e Sapida, Aromatica e Persistente, si abbina con un Valle d'Aosta Petit Arvine (Valle d'Aosta). E le varie Robiole, scottate sulla piastra e impreziosite da sottili lamelle di tartufo bianco, trovano in un elegante Barbaresco (Piemonte) di media evoluzione, un tocco di classe che nobilita questo abbinamento.

il momento del Dessert, può essere deliziato con le Sebadas, dolcetti sardi con formaggio e miele, da abbinare con una Malvasia di Bosa Passito (Sardegna), oppure con i Ravioli dolci al provolone, da abbinare con un Moscato di Sorso-Sennori Passito (Sardegna).

 

 

 

 

    

 

 

Read 116884 times Last modified on Sabato, 04 Febbraio 2017 04:01
Oltre 300 buyers, tra Importatori, Grossisti e Distributori in 70 paesi del mondo, sono le collaborazioni attive di Assovini.it

Assovini

Assovini.it è il sito del Vino e delle Cantine ideato nel 1986 e realizzato da un team di Sommelier con la collaborazione di Enologi e Produttori per diffondere i migliori Vini italiani nel mondo.

  • Referente: Salvo Spedale - Sommelier AIS
  • Telefono: +39 389-2856685
  • Email: info@assovini.it

 

Pubbliche Relazioni

Utilizzo di Cookie tecnici e di terze parti, chiudendo il banner presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Per info -> More details…