FORASTERA

Varietà: 083 FORASTERA - Data di ammissione al Registro: 25/05/1970 Gazzetta ufficiale: G.U. 149 - 17/06/1970


Vitigno Forastera | Assovini.it


Il vitigno Forastera, a bacca bianca, viene coltivato nelle regioni CampaniaLazio e Sardegna.

Gli eubei, primi colonizzatori greci dell'isola d'ischia, importarono la vite in Italia verso la il VII sec. a.C. La Biancolella trovò l'habitat ideale ad Ischia, isola di origine vulcanica, sede di fonti naturali di acqua termale, minerali e radiattive. Durante il periodo critico della fillossera fu importato un vitigno forestiero (da cui Forastera) più resistente alla malattia. Di difficile coltura tanto che l'istituto agrario di portici ne consigliò l'espianto subito dopo che fu trovato un rimedio alla crittogama, ma ormai il vitigno aveva allignato ed oggi produce vini di discreto valore.


  • Caratteristiche del vitigno
    • Foglia: grande, quasi orbicolare, penta o trilobata.
    • Grappolo: medio, cilindrico o piramidale, può essere alato, piuttosto spargolo.
    • Acino: medio, ellissoidale 
    • Buccia: pruinosa, sottile e di colore giallo paglierino con sfumature verdi.


  • Caratteristiche sensoriali del vino
    • Dal vitigno Forastera si ricava un vino di grado alcolico e acidità contenuti, dal colore giallo paglierino tenue, con aromi freschi e corpo delicato. Si tratta di bianchi freschi, in genere vinificati in acciaio, che vanno bevuti giovani. 

GINESTRA

Varietà: 384 GINESTRA - Data di ammissione al Registro: 09/06/2005 Gazzetta ufficiale: G.U. 210 - 09/09/2005


Vitigno Ginestra| Assovini.it


Il vitigno Ginestra, a bacca bianca, viene coltivato nella regione Campania.

La Ginestra è un vitigno diffuso nella costiera amalfitana, ottenuto grazie al programma di recupero dei vitigni autoctoni della Campania, che rientra come vitigno nella produzione della DOC Costa d'Amalfi.


  • Caratteristiche del vitigno
    • Foglia: medio-grande, cuneiforme o pentagonale, trilolobata
    • Grappolo: mediamente lungo, conico piramidale, compatto
    • Acino: medio, dimensioni uniformi, forma ellittica 
    • Buccia: di colore verde, poco pruinosa


  • Caratteristiche sensoriali del vino
    • Dalla vinificazione del vitigno Ginestra si ottiene un vino dal colore giallo paglierino, con i tipici profumi di ginestra, contenuta gradazione alcolica e un'acidità piuttosto elevata.

GRECO

Varietà: 097 GRECO - Data di ammissione al Registro: 25/05/1970 Gazzetta ufficiale: G.U. 149 - 17/06/1970


Vitigno Greco | Assovini.it


Il vitigno Greco, a bacca bianca, viene coltivato nelle regioni Abruzzo, Campania, Lazio, Liguria, MolisePuglia, Sardegna, Toscana, Umbria.

Il Greco, è un vitigno che, come quasi tutti i vitigni che contengono il termine "greco" o riferimenti ad esso nella radice del nome, con tutta probabilità proviene dalla Grecia.

Dalla varietà originale del Greco si sono sviluppate due sottovarietà: il Greco Bianco, vitigno calabrese che prende il nome dal paese di Bianco, sulla costa ionica calabrese e il Greco. Entrambi i vitigni concorrono nella composizione di pregevoli bianchi del sud. Il vino più noto fatto con questa varietà, è il Greco di Tufo DOCG la cui zona di produzione si trova a nord di Avellino intorno al comune di Tufo.


  • Caratteristiche del vitigno
    • Foglia: piccola, pentagonale e quinquelobata.
    • Grappolo: grande e allungato, piramidale o cilindrico, alato e piuttosto compatto.
    • Acino: medio-piccolo, ellissoidale corto 
    • Buccia: molto pruinosa di colore verde-giallastro che tende all'ambrato se esposta a lugno al sole.


  • Caratteristiche sensoriali del vino
    • Dal vitigno Greco si ottiene un vino dal colore giallo paglierino giallo paglierino più o meno intenso, dai sentori floreali e fruttati gradevoli, intensi, fini e caratteristici. In bocca è secco, di buona freschezza e finale armonico.

  • Produttori di Vino con utilizzo di uve "Greco"
    • Di seguito l'elenco dei Produttori vinicoli della Campania con la lista dei rispettivi Vini prodotti in tutto o in parte con uve "Greco" e il Certificato di Qualità rilasciato dal Panel Assovini Sommelier. 

Salvatelle Greco di Tufo DOCG

GRECO NERO

Varietà: 099 GRECO NERO - Data di ammissione al Registro: 25/05/1970 Gazzetta ufficiale: G.U. 149 - 17/06/1970


Vitigno Greco Nero | Assovini.it


Il vitigno Greco Nero, a bacca nera, viene coltivato nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania. Lazio, Puglia, Sardegna.

Il Greco Nero non ha una origine ben certa, molto probabilmente venne introdotto nell'Italia peninsulare dal popolo ellenico nel VII sec. a.c. Fa parte della numerosa famiglia dei vitigni denominati Greco, la cui origine e diffusione sono piuttosto incerte; molto probabilmente venne introdotto in Italia dai coloni ellenici, fondatori della Magna Grecia. Quello di Greco Nero resta comunque un termine utilizzato per definire molte varietà che spesso hanno poco in comune tra loro e si differenziano per la zona di produzione, quali, ad esempio, il Greco Nero di Avellino.

Si può trovare prevalentemente in Calabria, nelle province di Catanzaro e Crotone, dove era erroneamente ritenuto simile al Marsigliana Nera.


  • Caratteristiche del vitigno
    • Foglia: media, orbicolare o cuneiforme, trilobata o intera.
    • Grappolo: medio o grande, di forma conica, corto, raramente con un'ala corta, mediamente compatto.
    • Acino: medio o piccolo, obovoide 
    • Buccia: pruinosa, sottile ma consistente, di colore nero (il riflesso bluastro nella foto è dovuto alla presenza della pruina).


  • Caratteristiche sensoriali del vino
    • Dal vitigno Greco Nero si ottiene un vino rosso rubino con riflessi rosso violacei, un profumo intenso e complesso dalle note fruttate prevalenti di ciliegia e amarena, presenta inoltre una leggera speziatura di cannella e garofano. Ha un gusto morbido ben strutturato ed quilibrato, si riscontrano sapori di frutta matura, tabacco e liquirizia.
Pagina 6 di 14
Oltre 300 buyers, tra Importatori, Grossisti e Distributori in 70 paesi del mondo, sono le collaborazioni attive di Assovini.it

Assovini

Assovini.it è il sito del Vino e delle Cantine ideato nel 1986 e realizzato da un team di Sommelier con la collaborazione di Enologi e Produttori per diffondere i migliori Vini italiani nel mondo.

  • Referente: Salvo Spedale - Sommelier AIS
  • Telefono: +39 389-2856685
  • Email: info@assovini.it

 

Pubbliche Relazioni