Carema DOC

Vino a Denominazione di Origine Controllata - Approvato con D.P.R. 09.07.1967, G.U. 199 del 09.08.1967 


--- Confine regionale    --- Confine provinciale  ♦ Zona di produzione

 


Carema D.O.C.


1. Tipologie e Uve del Vino DOC Carema

 

  • Carema (Vino Rosso)
  • Versioni: Secco
  • => 85% Vitigno Nebbiolo
  • =< 15% Vitigni a bacca nera idonei alla coltivazione nella regione Piemonte.
  • => 12% Vol. Titolo alcolometrico
  • Vino Rosso dal colore rosso rubino tendente al granato, odore fine e caratteristico che ricorda la rosa macerata, sapore morbido, vellutato, corposo.

  • Carema Riserva (Vino Rosso Invecchiato)
  • Versioni: Secco
  • => 85% Vitigno Nebbiolo
  • =< 15% Vitigni a bacca nera idonei alla coltivazione nella regione Piemonte.
  • => 12% Vol. Titolo alcolometrico
  • Vino Rosso Invecchiato dal colore rosso granato, odore fine e caratteristico e sapore morbido, vellutato, corposo.

__________

(Legenda simboli: > maggiore di; < minore di; >< da-a; = uguale a; => uguale o maggiore di; =< uguale o minore di).


2. Territorio e Zona di produzione del Vino DOC Carema

L'area geografica vocata alla produzione del Vino DOC Carema si estende sulle pendici del monte Maletto, situato nell'Alto Piemonte, in un territorio terrazzato a secco adeguatamente ventilato, luminoso e favorevole all'espletamento di tutte le funzioni vegeto-produttive delle vigne.

La Zona di Produzione del Vino DOC Carema è localizzata in:

  • provincia di Torino e comprende il territorio del comune di Carema.

3. Vinificazione e Affinamento del Vino DOC Carema

Nelle fasi di vinificazione sono ammesse soltanto le pratiche enologiche leali e costanti della zona atte a conferire ai vini le loro peculiari caratteristiche di qualità. 

Le pratiche enologiche di vinificazione del Vino DOC Carema prevedono, tra l'altro, che:

  • La resa massima dell’uva in vino DOC Carema non dovrà essere superiore al 70%; nel caso tali parametri venissero superati entro il limite del 5%, l'eccedenza non potrà avere diritto alla DOC. Oltre detti limiti decade il diritto alla DOC per tutto il prodotto.
  • Il vino DOC Carema deve essere sottoposto ad invecchiamento per almeno 24 mesi, di cui almeno 12 in botti di rovere o castagno.
  • Il vino DOC Carema Riserva deve essere sottoposto ad invecchiamento per almeno 36 mesi, di cui almeno 12 in botti di rovere o castagno.
  • Sulle etichette di ciascuna tipologia di Vino DOC Carema è obbligatorio riportare l'annata di produzione delle uve.

4. Produttori di Vino DOC Carema

Con l’utilizzo della DOC Carema i Produttori Vinicoli Piemontesi sono orgogliosi di presentare al consumatore un Vino di Qualità che ha più cose da raccontare rispetto ad altri: da dove proviene, come viene lavorato, le origini storiche e le caratteristiche che lo identificano in un territorio ben definito che l'appassionato o l'estimatore potrà maggiormente percepire ed apprezzare durante la Visita alle Cantine che operano nell'ambito di questa denominazione.


5. Abbinamenti gastronomici con il Vino DOC Carema

Arrosti di carni bianche e rosse grigliate, selvaggina minuta e camoscio.


6. Storia e Letteratura del Vino DOC Carema

La particolarissima coltura a terrazzamenti dei vigneti con i caratteristici muretti a secco (topion) e i pilastri in pietra, oltre a catturare i raggi del sole rilasciandoli poi alle viti nel periodo notturno, sono un vero e proprio vanto architettonico per i vignaioli caremesi che tramandano l'arte costruttiva ed una concreta prova del sacrificio di coltivare una terra dura e difficile.

La coltivazione della vite nella conca del comune di Carema vanta una tradizione millenaria ed il frutto di tanto lavoro, un Rosso potente, ha riscosso nel corso dei secoli meritati riconoscimenti.

Il bottigliere di Papa Paolo III Farnese, autore di una guida enologica datata 1539, lo definiva infatti “un’ottima e perfetta bevanda da Principi e Signori”. Un altro trattato del XVI secolo, il “De Vinis Italiae”, menzionava il Carema come vino servito alla mensa dei Papi e dei Duchi di Savoia e “vin d’arrosto” per i Reali di Francia.

Il trascorrere del tempo non ha certamente indebolito il carattere di questo vino, che Mario Soldati definì “forte e simpatico come un gusto di sole e di roccia”.

Il Vino DOC Carema ha ottenuto il riconoscimento della Denominazione di Origine Controllata in data 9 luglio 1967.


Additional Info

  • Regione: Piemonte
  • Tipologie: Vino Rosso
  • Versioni: Secco - (Vino privo di residuo zuccherino), Riserva - (Vino sottoposto ad invecchiamento)
  • Denominazione: D.O.C. (Denominazione di Origine Controllata)
Oltre 300 buyers, tra Importatori, Grossisti e Distributori in 70 paesi del mondo, sono le collaborazioni attive di Assovini.it

Assovini

Assovini.it è il sito del Vino e delle Cantine ideato nel 1986 e realizzato da un team di Sommelier con la collaborazione di Enologi e Produttori per diffondere i migliori Vini italiani nel mondo.

  • Referente: Salvo Spedale - Sommelier AIS
  • Telefono: +39 389-2856685
  • Email: info@assovini.it

 

Pubbliche Relazioni