Faro DOC

Vino a Denominazione di Origine Controllata - Approvato con D.P.R. 03.12.1976, G.U. 61 del 04.03.1977


--- Confine regionale    --- Confine provinciale  ♦ Zona di produzione

 


Faro D.O.C.


1. Tipologie e Uve del Vino DOC Faro

 

  • Faro (Vino Rosso)
  • Versioni: Secco
  • >< 45-60% Vitigno Nerello Mascalese
  • >< 5-10% Vitigno Nocera
  • >< 15-30% Vitigno Nerello Cappuccio
  • =< 15% Vitigni Nero d'Avola (o Calabrese), Gaglioppo (o Montonico Nero) e Sangiovese, da soli o congiuntamente.
  • => 12% Vol. Titolo alcolometrico
  • Vino Rosso dal colore rosso rubino più o meno intenso tendente al rosso mattone con l’invecchiamento, odore delicato, etereo, persistente, dal sapore secco, armonico, di medio corpo, caratteristico.

_______

(Legenda simboli: > maggiore di; < minore di; >< da-a; = uguale a; => uguale o maggiore di; =< uguale o minore di).


2. Territorio e Zona di produzione del Vino DOC Faro

L'area geografica vocata alla produzione del Vino DOC Faro si estende sulle colline e lungo le coste che si affacciano sullo Stretto di Messina, in un territorio adeguatamente ventilato, luminoso e favorevole all'espletamento di tutte le funzioni vegeto-produttive delle vigne.

La Zona di Produzione del Vino DOC Faro è localizzata in:

  • provincia di Messina e comprende il territorio del comune di Messina.

3. Vinificazione e Affinamento del Vino DOC Faro

Nelle fasi di vinificazione sono ammesse soltanto le pratiche enologiche leali e costanti della zona atte a conferire ai vini le loro peculiari caratteristiche di qualità. 

Le pratiche enologiche di vinificazione del Vino DOC Faro prevedono, tra l'altro, che:

  • La resa massima dell’uva in vino DOC Faro non dovrà essere superiore al 70%.
  • Il vino DOC Faro deve essere sottoposto ad invecchiamento per almeno 12 mesi.
  • Sulle etichette del Vino DOC Faro è facoltativo riportare l'annata di produzione delle uve.

4. Produttori di Vino DOC Faro

Con l’utilizzo della DOC Faro i Produttori Vinicoli Siciliani sono orgogliosi di presentare al consumatore un Vino di Qualità che ha più cose da raccontare rispetto ad altri: da dove proviene, come viene lavorato, le origini storiche e le caratteristiche che lo identificano in un territorio ben definito che l'appassionato o l'estimatore potrà maggiormente percepire ed apprezzare durante la Visita alle Cantine che operano nell'ambito di questa denominazione.


5. Abbinamenti gastronomici con il Vino DOC Faro

Formaggio Ragusano, Pecorino Siciliano stagionato, polpettone, braciole di vitello, capretto alla messinese e montone al forno.


6. Storia e Letteratura del Vino DOC Faro

Il nome “Faro” pare derivi dall’antica popolazione greca dei Pharii, che colonizzarono gran parte delle colline messinesi, svolgendo attività agricola e in particolare dedicandosi alla coltivazione delle vigne, o verosimilmente da Punta Faro o Capo Peloro, posta all’estremità dello stretto.

Quest’area della Sicilia vanta un’antichissima vocazione vitivinicola, il vino Faro, infatti, era prodotto già in età Micenea (XIV secolo a.C.). Numerose testimonianze sono riconducibili a un’importante attività vitivinicola già dall’epoca greca, per arrivare fino al XIX secolo in cui furono davvero notevoli il commercio e l’esportazione di vino Faro in molte regioni della Francia, allora utilizzato come vino da taglio dei vini di Borgogna e di Bordeaux, in concomitanza con gli attacchi di fillossera che interessarono il Nord Europa e la Francia in particolare.

Nell’intera provincia di Messina nel 1848 in totale gli ettari coltivati a vite erano 18mila, nell’ultimo decennio dell’Ottocento raggiunsero i 40mila e la produzione annua di vino arrivò a 500mila ettolitri. Oggi gli ettari vitati a uva da vino nella provincia sono 900, ma proprio questo basso picco ha contribuito alla svolta della viticoltura messinese verso la qualità.

L'origine di questo vino ha, infine, una tradizione di pregio acquistata, in qualche secolo di vita, come dimostrano attestati di benemerenza concessi da organismi esperti e qualificati.

Il Vino DOC Faro ha ottenuto il riconoscimento della Denominazione di Origine Controllata in data 3 dicembre 1976.


Additional Info

  • Regione: Sicilia
  • Tipologie: Vino Rosso
  • Versioni: Secco - (Vino privo di residuo zuccherino)
  • Denominazione: D.O.C. (Denominazione di Origine Controllata)
Oltre 300 buyers, tra Importatori, Grossisti e Distributori in 70 paesi del mondo, sono le collaborazioni attive di Assovini.it

Assovini

Assovini.it è il sito del Vino e delle Cantine ideato nel 1986 e realizzato da un team di Sommelier con la collaborazione di Enologi e Produttori per diffondere i migliori Vini italiani nel mondo.

  • Referente: Salvo Spedale - Sommelier AIS
  • Telefono: +39 389-2856685
  • Email: info@assovini.it

 

Pubbliche Relazioni