Vernaccia di San Gimignano DOCG


--- Confine regionale    --- Confine provinciale  ♦ Zona di produzione

 


Vernaccia di San Gimignano D.O.C.G.

Vino a Denominazione di Origine Controllata e Garantita - Approvato come DOC con D.P.R. 03.03.1966, G.U. 110 del 06.05.1966 - Approvato come DOCG con D.M. 09.07.1993, G.U. 169 del 21.07.1993 


1. Tipologie e Uve del Vino DOCG Vernaccia di San Gimignano

 

  • Vernaccia di San Gimignano (Vino Bianco)
  • Versioni: Secco
  • => 85% Vitigno Vernaccia di San Gimignano
  • =< 15% Vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione nella regione Toscana, con esclusione dei vitigni Traminer, Moscato bianco, Muller Thurgau, Malvasia di Candia, Malvasia Istriana, Incrocio Bruni 54. I Vitigni Sauvignon e Riesling possono concorrere, da soli o congiuntamente, fino a un massimo del 10%.
  • => 11,50% Vol. Titolo alcolometrico
  • Vino Bianco dal colore giallo paglierino con rilessi dorati che sono più accentuati con l’invecchiamento, odore delicato, fine con iniziali note fruttate; possono poi, con l’affinamento e l’invecchiamento, evolvere note minerali; sapore asciutto, armonico, sapido, a volte con caratteristico retrogusto di mandorla.

  • Vernaccia di San Gimignano Riserva (Vino Bianco Invecchiato)
  • Versioni: Secco
  • => 85% Vitigno Vernaccia di San Gimignano
  • =< 15% Vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione nella regione Toscana, con esclusione dei vitigni Traminer, Moscato bianco, Muller Thurgau, Malvasia di Candia, Malvasia Istriana, Incrocio Bruni 54. I Vitigni Sauvignon e Riesling possono concorrere, da soli o congiuntamente, fino a un massimo del 10%.
  • => 12,50% Vol. Titolo alcolometrico
  • Vino Bianco Invecchiato dal colore giallo paglierino con rilessi dorati che sono più accentuati con l’invecchiamento, odore delicato, fine con iniziali note fruttate; possono poi, con l’affinamento e l’invecchiamento, evolvere note minerali; sapore asciutto, armonico, sapido, a volte con caratteristico retrogusto di mandorla.

__________

(Legenda simboli: > maggiore di; < minore di; >< da-a; = uguale a; => uguale o maggiore di; =< uguale o minore di).


2. Territorio e Zona di produzione del Vino DOCG Vernaccia di San Gimignano

L'area geografica vocata alla produzione del Vino DOCG Vernaccia di San Gimignano si estende sulle colline senesi, in un territorio adeguatamente ventilato, luminoso e favorevole all'espletamento di tutte le funzioni vegeto-produttive delle vigne.

La Zona di Produzione del Vino DOCG Vernaccia di San Gimignano è localizzata in:

  • provincia di Siena e comprende il territorio del comune di San Gimignano.

3. Vinificazione e Affinamento del Vino DOCG Vernaccia di San Gimignano

Nelle fasi di vinificazione sono ammesse soltanto le pratiche enologiche leali e costanti della zona atte a conferire ai vini le loro peculiari caratteristiche di qualità.

 Le pratiche enologiche di vinificazione del Vino DOCG Vernaccia di San Gimignano prevedono, tra l'altro, che:

  • La resa massima dell’uva in vino DOCG Vernaccia di San Gimignano non dovrà essere superiore al 70%; nel caso tali parametri venissero superati entro il limite del 5%, l'eccedenza non potrà avere diritto alla DOC. Oltre detti limiti decade il diritto alla DOC per tutto il prodotto.
  • Il vino DOCG Vernaccia di San Gimignano con menzione Riserva deve essere sottoposto ad un periodo di affinamento di almeno 11 mesi, di cui almeno 3 in bottiglia.
  • Nella designazione dei Vini DOCG Vernaccia di San Gimignano può essere menzionata la dizione "Vigna" purchè sia seguita dal relativo toponimo e che siano rispettate determinate pratiche di vinificazione.
  • Sulle etichette di ciascuna tipologia di Vino DOCG Vernaccia di San Gimignano è obbligatorio riportare l'annata di produzione delle uve.

4. Produttori di Vino DOCG Vernaccia di San Gimignano

Con l’utilizzo della DOCG Vernaccia di San Gimignano i Produttori Vinicoli Toscani sono orgogliosi di presentare al consumatore un Vino di Qualità che ha più cose da raccontare rispetto ad altri: da dove proviene, come viene lavorato, le origini storiche e le caratteristiche che lo identificano in un territorio ben definito che l'appassionato o l'estimatore potrà maggiormente percepire ed apprezzare durante la Visita alle Cantine che operano nell'ambito di questa denominazione.


5. Abbinamenti gastronomici con il Vino DOCG Vernaccia di San Gimignano

Piatti di cucina marinara: molluschi, crostacei e salmone brasato; pietanze tipiche toscane: la panzanella, il marzolino e l'acquacotta.


6. Storia e Letteratura del Vino DOCG Vernaccia di San Gimignano

La presenza della viticoltura nell’area di San Gimignano risale all’epoca etrusca, di cui si hanno numerose testimonianze archeologiche. Per secoli la produzione e la vendita del vino ha rappresentato la principale attività agricola ed economica.

Per quanto riguarda la Vernaccia di San Gimignano si hanno documentazioni storiche della sua produzione e commercializzazione già negli Ordinamenti delle Gabelle del Comune risalenti al 1276.

Il vitigno della Vernaccia è stato introdotto nel territorio di San Gimignano nel corso del XII secolo; a questo proposito è molto interessante quanto rilevato da uno studio condotto da Sergè - genomics, azienda spin-off dell’Università degli Studi di Siena, incaricata dal Consorzio della Denominazione San Gimignano di definire il genoma della Vernaccia di San Gimignano, che ha evidenziato una sostanziale uniformità genetica delle viti oggi produttive, riconducibile al fatto che tutte hanno una radice comune, senza infiltrazioni nel corso dei secoli di altri vitigni provenienti da altre regioni: “I dati ottenuti hanno consentito di individuare con chiarezza il profilo genotipico della Vernaccia coltivata nel comune di San Gimignano, confermando che questo coincide con il vitigno conservato nelle collezioni ufficiali di riferimento (C.R.A.- vit Conegliano Veneto) ……”

Nel corso dei secoli il lavoro umano ha plasmato la campagna, ha codificato le varie forme di allevamento, i sesti d’impianto, ha aggiornato le tecniche di vinificazione, ha introdotto l’utilizzo di altri vitigni a bacca bianca, complementari alla Vernaccia di San Gimignano, fino a giungere alla realtà odierna descritta dall’attuale disciplinare di produzione, frutto della tradizione e dell’innovazione che si pone l’obiettivo dell’ottenimento di vini di qualità sempre superiore.

Il disciplinare prevede ampia libertà nell’utilizzo delle forme di allevamento tradizionali toscane esclude tutte le forme di allevamento espanse perché incompatibili in ambiente collinare con clima sub mediterraneo.

Le pratiche relative all’elaborazione dei vini sono quelle tradizionalmente consolidate in zona per la vinificazione in bianco dei vini tranquilli, adeguatamente differenziate per tipologia; la Vernaccia di San Gimignano infatti è uno dei pochissimi vini bianchi italiani prodotti anche nella tipologia riserva: quest’ultima maggiormente strutturata e la cui elaborazione comporta un periodo di affinamento.

Il Vino DOCG Vernaccia di San Gimignano ha ottenuto il riconoscimento della Denominazione di Origine Controllata in data 3 marzo 1966, poi DOCG in data 9 luglio 1993.


Additional Info

  • Regione: Toscana
  • Tipologie: Vino Bianco
  • Versioni: Secco - (Vino privo di residuo zuccherino), Riserva - (Vino sottoposto ad invecchiamento)
  • Denominazione: D.O.C.G. (Denominazione di Origine Controllata e Garantita)
Oltre 300 buyers, tra Importatori, Grossisti e Distributori in 70 paesi del mondo, sono le collaborazioni attive di Assovini.it

Assovini

Assovini.it è il sito del Vino e delle Cantine ideato nel 1986 e realizzato da un team di Sommelier con la collaborazione di Enologi e Produttori per diffondere i migliori Vini italiani nel mondo.

  • Referente: Salvo Spedale - Sommelier AIS
  • Telefono: +39 389-2856685
  • Email: info@assovini.it

 

Pubbliche Relazioni

Utilizzo di Cookie tecnici e di terze parti, chiudendo il banner presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Per info -> More details…