Assovini

Assovini

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Olio Penisola Sorrentina DOP D.O.P. registrata con Reg. (CE) n. 1065/1997 disciplinare pubblicato su G.U. n. 193 serie generale del 20/08/1998 L'olio extravergine di oliva Penisola Sorrentina D.O.P. è ottenuto da olive della varietà, in misura non inferiore all’65%: Ogliarola o Minucciola; Rotondella, Frantoio, Leccino da sole o congiuntamente in misura non superiore al 35%. Altre cultivar presenti nella zona, possono essere presenti in misura non superiore al 20%. Gli impianti realizzati successivamente al 12.06.1997, data di approvazione del Reg. CE, devono essere di tipo specializzato La zona di produzione si estende lungo tutta la penisola sorrentina, a partire da Castellammare di Stabia comprendendone tutti i comuni, fino a Capri. nella provincia di Napoli; i suoli più diffusi ove vegetano gli oliveti sono situati su terreni di origine dolomitica, frammisti a materiale piroclastico incoerente quale ceneri, lapilli e pomici, permeabili e ben dotati di elementi nutritivi quali potassa, fosforo, ferro, magnesio e calcio. La produzione massima di olive per ettaro non deve superare i 90 quintali negli oliveti specializzati. La raccolta è effettuata all'inizio dell'invaiatura, ad inizio autunno ed in funzione delle condizioni pedoclimatiche dei suoli, si protrae fino al 31 dicembre. Le olive vanno molite entro il secondo giorno dalla raccolta. Le caratteristiche che l'olio extravergine di oliva D.O.P. penisola sorrentina presenta sono: colore da verde a giallo paglierino più o meno intenso, odore fruttato, sapore fruttato con media o debole sensazione di amaro e leggero sentore di piccante. E' confezionato in recipienti di vetro o banda stagnata di capacità non superiore a 5 litri.

Olio Irpinia Colline dell'Ufita DOP D.O.P. registrata con Reg. (CE) n. 203 del 10/3/2010 disciplinare pubblicato su G.U. C.E. n. 61 del 11/03/2010 L'olio extravergine di oliva Irpinia Colline dell’Ufita D.O.P. è ottenuto da olive della varietà «Ravece» in misura non inferiore al 60%; «Ogliarola», «Marinese», «Olivella», «Ruveia», «Vigna della Corte» da sole o congiuntamente in misura non superiore al 40%; eventualmente, «Leccino» e «Frantoio» in misura non superiore al 10%. Gli impianti realizzati successivamente alla data di riconoscimento della denominazione da parte della U.E., devono essere di tipo specializzato con l'utilizzazione di almeno l'85% della varietà: «Ravece». La zona di produzione si estende nell’area che dà il nome alla denominazione e comprende comuni ubicati nella provincia di Avellino; i suoli più diffusi ove vegetano gli oliveti sono i terreni che derivano da substrati di origine calcarea, marnosa o argillosa, marnosa per i rilievi, e da substrati alluvionali, sciolti, per i terreni pianeggianti. La produzione massima di olive non può superare i 60 kg a pianta. La raccolta è effettuata all'inizio dell'invaiatura, ad inizio autunno ed entro il 31 dicembre di ogni anno ad eccezione delle varietà «Marinese» e «Leccino» da raccogliere non oltre il 10 novembre. Le olive vanno molite entro 48 ore dalla raccolta. Le caratteristiche che l'olio extravergine di oliva D.O.P. Irpinia colline dell’Ufita presenta sono: colore da a giallo paglierino a verde più o meno intenso. Gusto ed aroma sono così definiti: Descrittore * Mediana Difetti 0 Fruttato di oliva 3 – 6 Amaro 2 – 6 Piccante 2 – 6 Pomodoro 2 – 5 E' confezionato in bottiglie di vetro scuro, ceramica e terracotta smaltata o recipienti in banda stagnata di capacità non superiore a litri 5

Olio extravergine di oliva "Valle del Belice" D.O.P. registrata Reg. (CE) n. 1486 del 20/08/2004 pubblicato su G.U.C.E. n. 273 serie L del 21/08/2004 L'olio extravergine di oliva D.O.P. Valle del Belice è ottenuto da olive della cultivar Nocellara del Belice, presente negli oliveti in misura non inferiore al 70%. Le altre cultivar che possono concorrere sono Biancolilla, Buscionetto, Cerasuola, Giarraffa, Ogliarola Messinese, Santagatese. La zona di produzione coincide con alcuni comuni della provincia di Trapani. La raccolta delle olive avviene da ottobre a dicembre. La resa massima di olive per ettaro non deve superare i 10.000 Kg negli oliveti specializzati. In quelli promiscui, invece, non è possibile superare i 60 Kg per pianta. Al consumo il prodotto presenta colore da verde a giallo con riflessi verdognoli, odore fruttato di oliva da acerbo a maturo, sapore fruttato con note di amaro e di piccante.

Olio extravergine di oliva "Val di Mazara" D.O.P. registrata con Reg. (CE) n. 138 del 24/01/2001 pubblicato su G.U.C.E. n. 23 serie L del 25/01/2001 L'olio extravergine di oliva D.O.P. Val di Mazara si ottiene dalle cultivar Biancolilla, Nocellara del Belice e Cerasuola, presenti da sole o congiuntamente negli oliveti in misura non inferiore al 90%. Le altre cultivar ammesse, in misura non superiore al 10%, sono la Giaraffa, la Santagatese, l'Ogliarola Messinese. La zona di produzione comprende l'intera provincia di Palermo ed alcuni comuni della provincia di Agrigento. La produzione massima di olive per ettaro non deve superare 8000 Kg negli oliveti specializzati e 6000 Kg negli oliveti promiscui. La raccolta avviene a partire dall'invaiatura e si protrae fino al 30 dicembre di ogni anno. Le olive devono essere molite entro due giorni dalla raccolta. All'atto dell'immissione al consumo il prodotto presenta colore giallo oro, con sfumature di verde intenso, profumo fruttato, sapore fruttato, vellutato con retrogusto dolce.

Pagina 9 di 583
Oltre 300 buyers, tra Importatori, Grossisti e Distributori in 70 paesi del mondo, sono le collaborazioni attive di Assovini.it

Assovini

Assovini.it è il sito del Vino e delle Cantine ideato nel 1986 e realizzato da un team di Sommelier con la collaborazione di Enologi e Produttori per diffondere i migliori Vini italiani nel mondo.

  • Referente: Salvo Spedale - Sommelier AIS
  • Telefono: +39 389-2856685
  • Email: info@assovini.it

 

Pubbliche Relazioni