Cloro e calcare sono solo due delle tante sostanze che possono appesantire l’acqua degli impianti domestici. Per tale ragione sempre più consumatori scelgono un’apposita caraffa filtrante, che rappresenta il modo più facile e pratico di purificare autonomamente l’acqua del rubinetto, senza dover installare costosi impianti.

 

Sistema filtrante

Il funzionamento di questo tipo di caraffa è molto semplice, infatti si tratta di articoli generalmente poco costosi e alla portata di tutti. Il meccanismo che permette di purificare l’acqua è rappresentato da un sistema di filtraggio, inserito in un apposito alloggiamento interno al contenitore.

In relazione al tipo di filtri, nell’ambito delle caraffe filtranti le due soluzioni più adottate sono:

  • Filtri a carbone attivo

  • Filtri a scambio ionico

I filtri a carbone attivo sono ampiamente utilizzati nell’ambito dei sistemi di purificazione dell’acqua ma anche dell’aria. Il carbone attivo è un composto organico a base di carbonio il quale, grazie alla sua particolare struttura fisica porosa, riesce a trattenere le impurità rilasciando acqua filtrata.

I filtri a scambio ionico, invece, sono strutture ancor più sofisticate basate sulla presenza di resine naturali mediante le quali viene attuata una reazione chimica di scambio tra ioni negativi e positivi presenti nell’acqua. Vengono quindi rimossi gli ioni di calcio e magnesio in eccesso e rilasciati ioni di sodio, riuscendo così ad addolcire l’acqua.

In entrambi i casi l’acqua del rubinetto viene fatta cadere nella brocca, essa lentamente passa nel filtro che ne assorbe le impurità e la fa cadere nella parte inferiore. La velocità di discesa dipende dallo specifico modello e dalla capienza del recipiente, tuttavia è un processo generalmente piuttosto rapido.

 

Benefici della caraffa filtrante

Aggiungere una caraffa filtrante alla propria dotazione domestica è una decisione vantaggiosa su più fronti, che può riservare numerosi benefici alla vita quotidiana, alla salute e al budget familiare.

In primo luogo, la caraffa per filtrare l’acqua elimina l’odore di cloro e altri disinfettanti aggiunti nei sistemi di depurazione provinciali e regionali, migliora dunque anche il gusto che ne acquista morbidezza e leggerezza.

Un altro vantaggio si ritrova nel considerevole risparmio economico che si ottiene rinunciando ad acquistare bottiglie di plastica, la quale necessita poi di essere smaltita gravando sull’intero circuito dei rifiuti. Senza dimenticare la fatica di trasportare ogni settimana diversi fardelli di bottiglie fino alla propria abitazione.

Inoltre, aiuta a ridurre la durezza dell’acqua, ovvero l’elevata concentrazione di sali minerali, come Calcio e Magnesio, dovuta alle specifiche caratteristiche geologiche del territorio. Tale durezza produce un’acqua pesante da bere, che tende anche a seccare pelle e capelli.

Gli effetti positivi di consumare acqua filtrata si ripercuotono sul benessere dell’organismo, poiché l’acqua è un alimento essenziale di cui l’uomo necessità per la sua sopravvivenza. Esistono tanti prodotti in commercio che svolgono questa funzione e se non si sa quale scegliere questa guida su la migliore caraffa filtrante può fornire l’aiuto necessario.

 

Manutenzione della caraffa filtrante

La cura e manutenzione di questo accessorio si articolano prevalentemente in due aspetti, la pulizia della caraffa e la sostituzione dei filtri. La sola brocca si può lavare semplicemente con acqua corrente e un comune detergente per piatti e, talvolta, alcuni modelli supportano perfino i lavaggi in lavastoviglie.

La parte dei filtri invece non va lavata ma si deve procedere alla periodica sostituzione del componente, poiché esso nel tempo esaurisce il suo potere filtrante. Un filtro esausto non ha più alcun effetto sull’acqua e può diventare ricettacolo di batteri. È opportuno far riferimento alle indicazioni del produttore sulla frequenza di ricambio specifica per il ogni prodotto.

 

LISTINO

 

Barbera del Monferrato Superiore DOCG     2018     14 € 5,00 6 € 30,00

 

 

LINEA SELEZIONE - Formato 0.75 L

 Qualità Vino Tipologia Zuccheri Annata Vitigni Abbinamenti % Vol Prezzo unitario Ordine minimo Imponibile
 Barbera del Monferrato Superiore DOCG Rosso Secco 2018 Barbera 2 14 € 5,00 6 € 30,00

L'Equilibrio nella degustazione del cibo, è un'attività diretta a verificare il bilanciamento delle sensazioni saporifere, tattili e gusto-olfattive di una pietanza. 

L'Armonia nella degustazione del cibo, è la risultante sintetica delle analisi: visiva, olfattiva e gusto-olfattiva, che determina il giudizio complessivo di una pietanza.

METODO DI ABBINAMENTO DEL CIBO CON IL VINO

Per creare una piacevole armonia gustativa occorre assaggiare i vini e i cibi per cogliere le sensazioni saporifere, tattili e gusto-olfattive, combinando le singole percezioni secondo i metodi di Concordanza e Contrapposizione.

La Persistenza Gusto-Olfattiva è data dalla percezione delle sensazioni saporifere, tattili e gusto-olfattive che permangono nel cavo orale dopo la deglutizione del cibo.

La Struttura di una pietanza è la risultante dei fattori relativi alla composizione, tipologia, quantità e proporzione degli ingredienti. Le modalità di cottura determinano la complessità e la consistenza. 

La Succulenza è una sensazione tattile che deriva dalla presenza di liquidi in bocca. A rendere percettibile la sensazione di Succulenza sono due fattori.

La Speziatura è una sensazione gusto-olfattiva che deriva dall'uso di spezie nella preparazione dei cibi, determinando un particolare effetto stuzzicante. 

L'Aromaticità è una sensazione gusto-olfattiva in grado di influenzare il profilo sensoriale di un alimento, rendendo tipico e differente il suo sapore rispetto a quello percepito in altri cibi.

Pagina 1 di 6
Oltre 300 buyers, tra Importatori, Grossisti e Distributori in 70 paesi del mondo, sono le collaborazioni attive di Assovini.it

Assovini

Assovini.it è il sito del Vino e delle Cantine ideato nel 1986 e realizzato da un team di Sommelier con la collaborazione di Enologi e Produttori per diffondere i migliori Vini italiani nel mondo.

  • Referente: Salvo Spedale - Sommelier AIS
  • Telefono: +39 389-2856685
  • Email: [email protected]

 

Pubbliche Relazioni