GOLFO DEL TIGULLIO - PORTOFINO DOC - SOTTOZONA COSTA DEI FIESCHI

Vino a Denominazione di Origine Controllata - Approvato con D.M. 01.09.1997, G.U. 211 del 10.09.1997

Denominazione aggiornata con le ultime modifiche introdotte dal D.M. 07.03.2014


--- Confine regionale    --- Confine provinciale  ♦ Zona di produzione         Sottozona

 


Vino Golfo del Tigullio-Portofino (o Portofino) D.O.C. Sottozona Costa dei Fieschi

La denominazione di origine controllata in “Golfo del Tigullio - Portofino” o “Portofino” e alla relativa Sottozona, è riservata ai vini che corrispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal disciplinare di produzione per le seguenti tipologie:

  1. Bianco, anche nelle tipologie Spumante, Frizzante e Passito
  2. Rosso, anche nelle tipologie Frizzante e Novello
  3. Rosato, anche nella tipologia Frizzante
  4. Bianchetta Genovese, anche nella tipologia Frizzante
  5. Vermentino, anche nella tipologia Frizzante
  6. Ciliegiolo, anche nelle tipologie Frizzante e Novello
  7. Moscato, anche nella tipologia Passito
  8. Scimiscià (Cimixa);
  9. Sottozona del Vino Golfo del Tigullio - Portofino DOC »

1. Tipologie e Uve del Vino DOC Golfo del Tigullio-Portofino - Sottozona Costa dei Fieschi

 

  • Sottozona Costa dei Fieschi Bianco (Vino Bianco)
  • Versioni: Secco
  • => 60% Vitigno Vermentino e Bianchetta Genovese, da soli o congiuntamente;
  • =< 40% Vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione nella regione Liguria.
  • => 10,50% Vol. Titolo alcolometrico
  • Vino Bianco dal colore giallo paglierino più o meno carico, odore delicato, persistente e sapore secco, sapido.

  • Sottozona Costa dei Fieschi Spumante (Vino Bianco Spumante)
  • Versioni: Spumante Extra-brut /Brut /Extra-dry /Dry
  • => 60% Vitigno Vermentino e Bianchetta Genovese, da soli o congiuntamente;
  • =< 40% Vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione nella regione Liguria.
  • => 11% Vol. Titolo alcolometrico
  • Vino Bianco dalla spuma fine e persistente, colore giallo paglierino, odore delicato, intenso e sapore da extra-brut a dry, fresco, caratteristico.

  • Sottozona Costa dei Fieschi Passito (Vino Bianco Passito)
  • Versioni: Dolce
  • => 60% Vitigno Vermentino e Bianchetta Genovese, da soli o congiuntamente;
  • =< 40% Vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione nella regione Liguria.
  • => 16,50% Vol. Titolo alcolometrico
  • Vino Bianco dal colore giallo dorato più o meno intenso, odore ampio, intenso, persistente e sapore dolce, caldo, sapido, pieno, persistente.

  •  Sottozona Costa dei Fieschi Rosso (Vino Rosso)
  • Versioni: Secco
  • => 60% Vitigno Ciliegiolo e Dolcetto, da soli o congiuntamente;
  • =< 40% Uve a bacca nera non aromatiche prodotte da altri Vitigni coltivati nella regione Liguria.
  • => 10,50% Vol. Titolo alcolometrico
  • Vino Rosso dal colore rosso rubino più o meno intenso, odore fine,caratteristico e sapore asciutto, di medio corpo, con vena tannica.

  • Sottozona Costa dei Fieschi Rosato (Vino Rosato)
  • Versioni: Secco
  • => 60% Vitigno Ciliegiolo e Dolcetto, da soli o congiuntamente;
  • =< 40% Uve a bacca nera non aromatiche prodotte da altri Vitigni coltivati nella regione Liguria.
  • => 10,50% Vol. Titolo alcolometrico
  • Vino Rosato dal colore rosato, odore vinoso, di profumo delicato e sapore secco, fresco, armonico.

  • Sottozona Costa dei Fieschi Moscato (Vino Bianco Moscato)
  • Versioni: Dolce
  • = 100% Moscato Bianco
  • => 10% Vol. Titolo alcolometrico
  • Vino Bianco Moscato dal colore giallo paglierino più o meno intenso talvolta con riflessi dorati con l’invecchiamento, odore aromatico, caratteristico e sapore dolce, sapido, caratteristico, talvolta vivace.

  • Sottozona Costa dei Fieschi Moscato Passito (Vino Bianco Moscato Passito)
  • Versioni: Dolce
  • = 100% Moscato Bianco
  • => 15,50% Vol. Titolo alcolometrico
  • Vino Bianco Moscato Passito dal colore dorato più o meno intenso, odore intenso, complesso, caratteristico e sapore dolce, caldo, armonico, caratteristico.

__________

(Legenda simboli: > maggiore di; < minore di; >< da-a; = uguale a; => uguale o maggiore di; =< uguale o minore di).


2. Territorio e Zona di produzione del Vino DOC Golfo del Tigullio-Portofino - Sottozona Costa dei Fieschi

L'area geografica vocata alla produzione del Vino DOC Golfo del Tigullio-Portofino si estende nelle basse colline a est della Liguria, principalmente in versanti terrazzati adeguatamente ventilati, luminosi e favorevoli all'espletamento di tutte le funzioni vegeto-produttive delle vigne. Tale posizione insieme ad un clima decisamente più fresco a monte rispetto a quello più caldo e ventilato della prospiciente zona costiera, impongono ai vini caratteri organolettici distintivi evidenti .

La Zona di Produzione del Vino DOC Golfo del Tigullio-Portofino è localizzata in:

  • provincia di Genova e comprende il territorio dei comuni di Avegno, Bargagli, Bogliasco, Borzonasca, Camogli, Carasco, Casarza Ligure, Castiglione Chiavarese, Chiavari, Cicagna, Cogorno, Coreglia Ligure, Davagna, Favale di Malvaro, Lavagna, Leivi, Lumarzo, Mezzanego, Moneglia, Ne, Neirone, Orero, Pieve Ligure, Portofino, Rapallo, Recco, San Colombano Certenoli, Santa Margherita Ligure, Sestri Levante, Sori, Tribogna, Uscio, Zoagli e, in parte, il territorio dei comuni di Genova, Lorsica e Moconesi.

La Zona di Produzione del Vino DOC Golfo del Tigullio-Portofino - Sottozona Costa dei Fieschi è localizzata in:

  • provincia di Genova e comprende il territorio dei comuni di Camogli, Chiavari, Lavagna, Moneglia, Portofino, Rapallo, Santa Margherita Ligure, Sestri Levante, e Zoagli.

3. Vinificazione e Affinamento del Vino DOC Golfo del Tigullio-Portofino - Sottozona Costa dei Fieschi

Nelle fasi di vinificazione sono ammesse soltanto le pratiche enologiche leali e costanti della zona atte a conferire ai vini le loro peculiari caratteristiche di qualità.

Le pratiche enologiche di vinificazione del Vino DOC Golfo del Tigullio-Portofino prevedono, tra l'altro, che:

  • La resa massima dell’uva in vino DOC Golfo del Tigullio-Portofino non dovrà essere superiore al 70% e al 50% per le tipologie di vino Bianco Passito e Moscato Passito; nel caso tali parametri venissero superati entro il limite del 5%, l'eccedenza non potrà avere diritto alla DOC. Oltre detti limiti decade il diritto alla DOC per tutto il prodotto.
  • Le uve destinate alla produzione dei Vini DOC Golfo del Tigullio-Portofino Bianco Passito e Moscato Passito devono essere sottoposte ad appassimento naturale sulla pianta o sui graticci.
  • Sulle etichette di ciascuna tipologia di Vino DOC Golfo del Tigullio-Portofino è obbligatorio riportare l'annata di produzione delle uve, ad esclusione delle tipologie Frizzante e Spumante.

4. Produttori di Vino DOC Golfo del Tigullio-Portofino - Sottozona Costa dei Fieschi

Con l’utilizzo della DOC Golfo del Tigullio-Portofino i Produttori Vinicoli Liguri sono orgogliosi di presentare al consumatore un Vino di Qualità che ha più cose da raccontare rispetto ad altri: da dove proviene, come viene lavorato, le origini storiche e le caratteristiche che lo identificano in un territorio ben definito che l'appassionato o l'estimatore potrà maggiormente percepire ed apprezzare durante la Visita alle Cantine che operano nell'ambito di questa denominazione.


5. Abbinamenti gastronomici con il Vino DOC Golfo del Tigullio-Portofino - Sottozona Costa dei Fieschi

Trenette e trofie al pesto, stoccafisso e formaggio di S. Stefano d'Aveto, primi piatti al ragù di carne, fritto misto all'italiana.


6. Storia e Letteratura del Vino DOC Golfo del Tigullio-Portofino - Sottozona Costa dei Fieschi

La viticoltura del Tigullio vanta antiche testimonianze storiche più recenti rispetto ad altre zone vitivinicole del Genovesato.

Originatasi probabilmente sotto l’egida delle congregazioni monastiche benedettine, nel tardo medioevo, le coltivazioni di vite si sono diffuse in tutte le aree del Tigullio dalla costa fino alle colline nell’entroterra (Casarza), riscuotendo fin da allora le rinomanze riscontrabili in testimonianze notarili attribuite ai possedimenti della Famiglia Fieschi e in diversi scritti come quello di sante Lancerio che testimonia in quelle zone (SantaMargherita e Chiavari) il viaggio di Papa PaoloIII.

La rinomanza dei vini della zona trova ulteriore sussulto con la comparsa dei vini di Portofino sui mercati di Londra nei primi decenni del ventesimo secolo.

Il Vino DOC Golfo del Tigullio-Portofino ha ottenuto il riconoscimento della Denominazione di Origine Controllata in data 1 settembre 1997.

Additional Info

  • Regione: Liguria
  • Tipologie: Vino Bianco, Vino Rosso, Vino Rosato
  • Versioni: Secco - (Vino privo di residuo zuccherino), Dolce - (Vino dolce), Frizzante - (Vino con aggiunta di anidride carbonica), Moscato - (Vino ottenuto con uve aromatiche), Novello - (Vino ottenuto con un rapido processo di vinificazione), Passito - (Vino ottenuto dall'appassimento delle uve), Spumante Extra-brut - (Residuo zuccherino inf. a 6 grammi/litro), Spumante Brut - (Residuo zuccherino inf. a 15 grammi/litro), Spumante Extra-dry - (Residuo zuccherino da 12 a 20 grammi/litro), Spumante Dry- (Residuo zuccherino da 18 a 35 grammi/litro)
  • Denominazione: D.O.C. (Denominazione di Origine Controllata)
Oltre 300 buyers, tra Importatori, Grossisti e Distributori in 70 paesi del mondo, sono le collaborazioni attive di Assovini.it

Assovini

Assovini.it è il sito del Vino e delle Cantine ideato nel 1986 e realizzato da un team di Sommelier con la collaborazione di Enologi e Produttori per diffondere i migliori Vini italiani nel mondo.

  • Referente: Salvo Spedale - Sommelier AIS
  • Telefono: +39 389-2856685
  • Email: [email protected]

 

Pubbliche Relazioni