Erbaluce di Caluso DOCG

Vino a Denominazione di Origine Controllata e Garantita - Approvato DOC con D.P.R. 09.07.1967, G.U. 203 del 14.08.1967 - Approvato DOCG con D.M. 08.10.2010, G.U. 248 del 22.10.2010 


--- Confine regionale    --- Confine provinciale  ♦ Zona di produzione

 


Erbaluce di Caluso (o Caluso) D.O.C.G.


1. Tipologie e Uve del Vino DOCG Erbaluce di Caluso

 

  • Erbaluce di Caluso (Vino Bianco)
  • Versioni: Secco
  • = 100% Vitigno Erbaluce
  • => 11% Vol. Titolo alcolometrico
  • Vino Bianco dal colore giallo paglierino, odore vinoso, fine, caratteristico e dal sapore secco, fresco, caratteristico.

  • Erbaluce di Caluso Spumante (Vino Bianco Spumante)
  • Versioni: Spumante Brut
  • = 100% Vitigno Erbaluce
  • => 11,50% Vol. Titolo alcolometrico
  • Vino Bianco Spumante Bianco dalla spuma fine e persistente e colore giallo paglierino, odore delicato, caratteristico, dal sapore fresco, fruttato, caratteristico.

  • Erbaluce di Caluso Passito (Vino Bianco Passito)
  • Versioni: Dolce
  • = 100% Vitigno Erbaluce
  • => 17% Vol. Titolo alcolometrico
  • Vino Bianco Passito dal colore variabile dal giallo oro all’ambrato scuro, odore delicato, caratteristico, dal sapore dolce, armonico, pieno, vellutato.

  • Erbaluce di Caluso Passito Riserva (Vino Bianco Passito Invecchiato)
  • Versioni: Dolce
  • = 100% Vitigno Erbaluce
  • => 17% Vol. Titolo alcolometrico
  • Vino Bianco Passito Invecchiato dal colore variabile dal giallo oro all'ambrato scuro, odore intenso, caratteristico, dal sapore dolce, armonico, pieno, vellutato.

__________

(Legenda simboli: > maggiore di; < minore di; >< da a; = uguale a; => uguale o maggiore di; =< uguale o minore di).


2. Territorio e Zona di produzione del Vino DOCG Erbaluce di Caluso

Il territorio dell'Erbaluce è situato nella zona del canavese, tra le serre di Ivrea e di Caluso. La tecnica di coltura e la pergola calusiese formata da un’interfila di oltre 5 metri con circa mille ceppi per ettaro. La potatura è a tralci lunghi perché l’Erbaluce non è produttiva sulle prime tre o quattro gemme basali. Particolare è la raccolta dell’uva per tipologia passito che viene adagiata su graticci in appositi locali per l’appassimento naturale.

La Zona di Produzione del Vino DOCG Erbaluce di Caluso è localizzata in:

  • provincia di Torino, e comprende il territorio dei comuni di Agliè, Azeglio, Bairo, Barone, Bollengo, Borgomasino, Burolo, Caluso, Candia Canavese, Caravino, Cossano Canavese, Cuceglio, Ivrea, Maglione, Mazzè, Mercenasco, Montalenghe, Orio Canavese, Palazzo Canavese, Parella, Perosa Canavese, Piverone, Romano Canavese, San Giorgio Canavese, San Martino Canavese, Scarmagno, Settimo Rottaro, Strambino, Vestignè, Vialfrè, Villareggia e Vische.
  • provincia di Vercelli, e comprende il territorio del comune di Moncrivello.
  • provincia di Biella, e comprende il territorio dei comuni di Roppolo, Viverone e Zimone.

3. Vinificazione e Affinamento del Vino DOCG Erbaluce di Caluso

Nelle fasi di vinificazione sono ammesse soltanto le pratiche enologiche leali e costanti della zona atte a conferire ai vini le loro peculiari caratteristiche di qualità.

Le pratiche enologiche di vinificazione del Vino DOCG Erbaluce di Caluso prevedono, tra l'altro, che:

  • La resa massima dell’uva in vino finito non dovrà essere superiore al 70% per le tipologie di Erbaluce di Caluso e la versione Spumante, e al 35% per la tipologia Erbaluce di Caluso Passito. Laddove questi parametri venissero superati entro il limite del 5%, l'eccedenza non avrebbe diritto alla DOCG. Oltre detti limiti decade il diritto alla DOCG per tutto il prodotto.
  • Il vino Erbaluce di Caluso Spumante deve essere elaborato con il metodo classico per un periodo minimo di permanenza sui lieviti di 15 mesi.
  • I seguenti vini devono essere sottoposti ad un periodo di invecchiamento:
    • Erbaluce di Caluso Passito: 36 mesi;
    • Erbaluce di Caluso Passito Riserva: 48 mesi.

4. Produttori di Vino DOCG Erbaluce di Caluso

Con l’utilizzo della DOCG Erbaluce di Caluso i Produttori Vinicoli Piemontesi sono orgogliosi di presentare al consumatore un Vino di Qualità che ha più cose da raccontare rispetto ad altri: da dove proviene, come viene lavorato, le origini storiche e le caratteristiche che lo identificano in un territorio ben definito che l'appassionato o l'estimatore potrà maggiormente percepire ed apprezzare durante la Visita alle Cantine che operano nell'ambito di questa denominazione.


5. Abbinamenti gastronomici con il Vino DOCG Erbaluce di Caluso

Il Vino Erbaluce di Caluso è ideale con antipasti canavesani a base di verdure e fagioli, ma anche con pesci di fiume e con formaggi caprini freschi. Le tipologie Passito e Spumante si abbinano con dolci secchi, zabaione, budini e amaretti.


6. Storia e Letteratura del Vino DOCG Erbaluce di Caluso

L'Erbaluce è un vitigno conosciuto fin dal 1600, grazie ad un libro di cronache di G.B. Croce che all’epoca era il gioielliere di fiducia del duca Carlo Emanuele I, ed è stata la prima DOC di vitigno bianco del Piemonte, istituita già nel 1967 e modificata nel 1998; comprende principalmente il comune di Caluso in provincia di Torino, e si consente la coltivazione e la produzione di questo vino anche nelle province di Biella e Vercelli. Storicamente il vitigno, che è imparentato con il Fiano, è stato portato dai Romani quasi duemila anni fa, ed ha trovato il giusto habitat nelle colline torinesi che guardano la Val d’Aosta, soleggiate e con forti escursioni termiche tra il giorno e la notte.

Una leggenda antica narra che Albaluce fosse la figlia del Sole e dell’Alba, una bellissima fanciulla adorata da tutti gli abitanti che facevano a gara per ingraziarsela con i loro doni. Un periodo di carestia, però, costrinse gli abitanti a prosciugare il lago per cercare altre terre da coltivare, costruendo un canale per far defluire le acque. Il fiume straripò, e distrusse in un colpo solo tutte le popolazioni che abitavano attorno all’antico lago, ed Albaluce ne fu così addolorata che pianse per giorni e notti intere. Le sue lacrime si trasformarono in tralci di vite che produssero uva bianca, che fu chiamata Erbaluce.


Additional Info

  • Regione: Piemonte
  • Tipologie: Vino Bianco
  • Versioni: Secco - (Vino privo di residuo zuccherino), Dolce - (Vino dolce), Spumante Brut - (Residuo zuccherino inf. a 15 grammi/litro)
  • Denominazione: D.O.C.G. (Denominazione di Origine Controllata e Garantita)
Oltre 300 buyers, tra Importatori, Grossisti e Distributori in 70 paesi del mondo, sono le collaborazioni attive di Assovini.it

Assovini

Assovini.it è il sito del Vino e delle Cantine ideato nel 1986 e realizzato da un team di Sommelier con la collaborazione di Enologi e Produttori per diffondere i migliori Vini italiani nel mondo.

  • Referente: Salvo Spedale - Sommelier AIS
  • Telefono: +39 389-2856685
  • Email: info@assovini.it

 

Pubbliche Relazioni