DELLE VENEZIE DOC

Vino a Denominazione di Origine Controllata - Approvato con Prot. 65134 del 05.09.2016, G.U. 208 del 06.09.2016

Denominazione aggiornata con le ultime modifiche introdotte dal provvedimento ministeriale n. 0026208 del 30/03/2017 e consolidato, in data 4 luglio 2018


--- Confine regionale    --- Confine provinciale  ♦ Zona di produzione

 


Vino Delle Venezie D.O.C.

La denominazione di origine controllata "delle Venezie", o in lingua slovena “Beneških okolišev”, è riservata ai vini che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal disciplinare di produzione, per le seguenti tipologie:

  1. Pinot grigio, anche nella versione frizzante
  2. Pinot grigio spumante (categorie V.S. e V.S.Q.)
  3. bianco

1. Tipologie e Uve del Vino DOC Delle Venezie

 

  • Delle Venezie Bianco (Vino Bianco)
  • Versioni: Secco
  • => 50% Vitigni Chardonnay, Pinot Bianco, Muller Thurgau, Garganega, Verduzzo (Friulano e/o Trevigiano), Tocai Friulano, da soli o congiuntamente;
  • =< 50% Vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione nelle regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto, e nella provincia di Trento.
  • => 9,5 % Vol. Titolo alcolometrico
  • Vino Bianco dal colore variabile dal giallo verdolino al giallo dorato, odore fruttato, intenso, talvolta leggermente aromatico e sapore secco, armonico, talcolta con note di freschezza correlate alla componente acidica.

  • Delle Venezie Pinot Grigio (Vino Bianco)
  • Versioni: Secco/Abboccato
  • => 85% Pinot Grigio;
  • =< 15% Vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione nelle regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto, e nella provincia di Trento.
  • => 11 % Vol. Titolo alcolometrico
  • Vino Bianco dal colore variabile dal giallo paglierino al giallo dorato, talvolta ramato o rosato, odore fruttato, intenso, caratteristico del Pinot grigio, talvolta leggermente aromatico con note floreali e sapore fresco e armonico, dal secco all'abboccato.

  • Delle Venezie Pinot Grigio Frizzante (Vino Bianco Frizzante)
  • Versioni: Secco/Abboccato
  • => 85% Pinot Grigio;
  • =< 15% Vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione nelle regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto, e nella provincia di Trento.
  • => 11 % Vol. Titolo alcolometrico
  • Vino Bianco Frizzante dalla spuma fine ed evanescente, colore variabile dal giallo paglierino al giallo dorato, talvolta ramato o rosato, odore fruttato, intenso, caratteristico del Pinot grigio, talvolta leggermente aromatico con note floreali e sapore fresco con equilibrata componente acida, armonico, dal secco all'abboccato.

  • Delle Venezie Pinot Grigio Spumante (Vino Bianco Spumante)
  • Versioni: Pas dosè/Brut nature/Extra-brut/Brut/Extra-dry/Dry
  • => 85% Pinot Grigio;
  • =< 15% Vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione nelle regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto, e nella provincia di Trento.
  • => 9,0 % Vol. Titolo alcolometrico
  • Vino Bianco Spumante dalla spuma fine e persistente, colore variabile dal giallo paglierino al giallo dorato, talvolta ramato o rosato, odore fruttato, intenso, caratteristico del Pinot grigio, talvolta leggermente aromatico e sapore fresco, con equilibrata componente acida, armonico, nelle versioni da dosaggio zero a dry.

__________

(Legenda simboli: > maggiore di; < minore di; >< da-a; = uguale a; => uguale o maggiore di; =< uguale o minore di).


2. Territorio e Zona di produzione del Vino del Vino DOC Delle Venezie

L'area geografica vocata alla produzione del Vino DOC Delle Venezie si estende a nord-est della penisola Italiana, ovvero nelle regioni Friuli-Venezia Giulia e Veneto e nella provincia autonoma di Trento. Tale territorio è protetto a nord dalla catena delle Alpi e dalle Dolomiti, mentre a sud confina con il mare Adriatico e con il fiume Po.

La Zona di Produzione del Vino DOC Delle Venezie è localizzata in:

  • regione Veneto e comprende il territorio delle province di Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona e Vicenza.
  • regione Friuli Venezia Giulia e comprende il territorio delle province di Pordenone, Udine, Gorizia e Trieste.
  • provincia di Trento e comprende l'intero territorio provinciale.

3. Vinificazione e Affinamento del Vino DOC Delle Venezie

Nelle fasi di vinificazione sono ammesse soltanto le pratiche enologiche leali e costanti della zona atte a conferire ai vini le loro peculiari caratteristiche di qualità.

Le pratiche enologiche di vinificazione dei Vini DOC Delle Venezie prevedono, tra l'altro, che:

  • La resa massima dell'uva in vino finito, pronto per il consumo, non deve essere superiore all'70%, per tutti i tipi di vino. Nel caso tali parametri venissero superati entro il limite del 10%, l'eccedenza non potrà avere diritto alla DOC e non può essere designato con il riferimento al vitigno Pinot Grigio. Oltre detti limiti decade il diritto alla DOC per tutto il prodotto.

4. Produttori di Vino DOC Delle Venezie

Con l’utilizzo della DOC Delle Venezie i Produttori Vinicoli Friulani e Veneti sono orgogliosi di presentare al consumatore un Vino di qualità che ha più cose da raccontare rispetto ad altri: da dove proviene, come viene lavorato, le origini storiche, le caratteristiche e le peculiarità che lo identificano in un territorio ben definito, soprattutto durante la Visita alle Cantine che operano nell'ambito di questa denominazione.


5. Abbinamenti gastronomici con il Vino DOC Delle Venezie

Piatti a base di pesce e di carni bianche e rosse, formaggi e salumi.


6. Storia e Letteratura del Vino DOC Delle Venezie

I vini della Dominazione di Origine Controllata “Delle Venezie” devono il loro nome a “Tre Venezie” o Le Venezie, nome con il quale è conosciuto ancor oggi questo territorio interregionale e che deriva dalla storia comune che lo lega prima alla Repubblica di Venezia e successivamente all’Impero Austro-Ungarico. La zona era già conosciuta e famosa per la produzione di vino sin dall’epoca dell’Impero Romano, durante il quale il territorio interregionale era sede della X Regio di Augusto.

Con la caduta dell’Impero romano, a partire dal VIII secolo d.c. con la nascita della Repubblica Serenissima, Venezia estese le sue influenze commerciali e politiche agli attuali territori del Veneto, del Friuli Venezia Giulia e del Trentino Alto Adige, nonché sulle coste e nelle isole orientali del mare Adriatico fino alla Grecia. Famosi erano i vini che dai territori delle Venezie, venivano commercializzati e scambiati in tutti i porti dell’Adriatico e non solo. In molte zone furono gli stessi signori veneziani che, nelle proprie tenute di campagna e collina, svilupparono nuove tecniche agronomiche, sperimentazioni varietali ed enologiche, al fine di competere, con amici e rivali, per la qualità dei vini.

Dopo la caduta della Repubblica di Venezia, durante il periodo dell’Impero Astro-Ungarico, la dominazione asburgica segna un’altra tappa importante per il rifiorire della viticoltura della zona; fonti storiche attestano l’interesse per il miglioramento varietale, le tecniche colturali e di moltiplicazione.

Frequente era lo scambio di materiali e informazioni tra i viticoltori delle aree delle Tre Venezie in particolare con i produttori Ungheresi. E’ proprio in questo periodo che il nome “Tre Venezie” o Le Venezie, diventa più famoso per indicare la zona di produzione che comprendeva la Venezia Tridentina, la Venezia Euganea e la Venetia Giulia.

Ancor oggi il termine Tre Venezie è utilizzato per indicare questo il territorio interregionale e numerose sono le testimoniante sulla qualità ed i premi ottenuti dai vini delle Venezie. Una recente pubblicazione sulle "terre del vino" delle Venezie, evidenzia le aree che la storia viticola e il successo dei vini, indicano come particolarmente vocate e capaci di caratterizzare la produzione nella macroregione delle Venezie che riposta come questo sia un terroir universalmente riconosciuto “per la storicità, per l'intelligente impegno di coltivatori che hanno saputo conservare le tante uve autoctone che esprimono i territori e per l'ampia offerta di vini così diversi ma caratterizzati dal denominatore comune della cordialità e della naturalezza”.

L’indicazione geografica “delle Venezie”, è stata sistematicamente utilizzata dai produttori vitivinicoli a partire dal 1977, a seguito del regolamento CEE 816/70 e delle normative nazionali di recepimento che hanno stabilito le modalità per la dichiarazione, designazione e presentazione dei vini definiti allora “vini da tavola con indicazione geografica”. Nel 1995, con il decreto del 21 novembre, è stato approvato l’attuale disciplinare di produzione successivamente modificato ed adeguato al fine di adeguarlo al mercato dei vini a indicazione geografica tipica e alle normative comunitarie.

Additional Info

  • Regione: Veneto
  • Tipologie: Vino Bianco
  • Versioni: Secco - (Vino privo di residuo zuccherino), Abboccato - (Vino leggermente dolce), Frizzante - (Vino con aggiunta di anidride carbonica), Spumante Pas-dosé - (Residuo zuccherino inf. a 1 grammo/litro), Spumante Brut-nature - (Residuo zuccherino inf. a 3 grammi/litro), Spumante Extra-brut - (Residuo zuccherino inf. a 6 grammi/litro), Spumante Brut - (Residuo zuccherino inf. a 15 grammi/litro), Spumante Extra-dry - (Residuo zuccherino da 12 a 20 grammi/litro), Spumante Dry- (Residuo zuccherino da 18 a 35 grammi/litro), Spumante Demi-sec - (Residuo zuccherino da 33 a 50 grammi/litro)
  • Denominazione: D.O.C. (Denominazione di Origine Controllata)
Oltre 300 buyers, tra Importatori, Grossisti e Distributori in 70 paesi del mondo, sono le collaborazioni attive di Assovini.it

Assovini

Assovini.it è il sito del Vino e delle Cantine ideato nel 1986 e realizzato da un team di Sommelier con la collaborazione di Enologi e Produttori per diffondere i migliori Vini italiani nel mondo.

  • Referente: Salvo Spedale - Sommelier AIS
  • Telefono: +39 389-2856685
  • Email: info@assovini.it

 

Pubbliche Relazioni